lunedì 20 dicembre 2010

E' importante rinnovare i domini .eu per tempo...



Il dominio .eu è ormai "un must" per tutte quelle aziende o organizzazioni che operano non necessariamente a livello europeo, ma anche solo a livello transnazionale in Europa...
Per un'azienda ormai è sufficiente avere sedi o anche uffici di rappresentanza in due differenti nazioni europee, ed il dominio .eu risolve subito il dubbio di quale nazione tra le due privilegiare con il proprio sito aziendale principale...

Tuttavia, in NewMediaLabs ci siamo resi conto di un problema che colpisce con una certa frequenza gli utenti che hanno registrato un dominio .eu, e che alla scadenza non lo hanno rinnovato per tempo...

Quasi tutti i tipi di domini godono infatti, alla scadenza, di un "grace period" più o meno ampio; ovvero di un periodo successivo alla scandenza durante il quale il dominio, anche se scaduto, può esser rinnovato senza problemi particolari e senza spese ulteriori.

Anche i domini .eu godono di un "grace period", la cui durata non è però fissa: i domini .eu vengono cancellati il penultimo giorno del mese di scadenza.

Questo sognifica ad esempio che, se il nostro dominio scade il 4 aprile, abbiamo tempo fino al 29 aprile per rinnovaro senza problemi.
Se invece scade il giorno 28, abbiamo un solo giorno di tempo dopo la scadenza per recuperarlo... e se invece scade il 30, viene cancellato il giorno stesso.

Anche dopo la scadenza, fortunatamente, non tutto è perduto: esiste la procedura di redemption, mediante la quale il titolare del dominio può ancora recuperarlo, anche se scaduto. Però la redemption è un'operazione molto onerosa: 125 € + IVA!

Quindi, la soluzione migliore è una: rinnovate il vostro dominio per tempo. Farlo un mese prima della scadenza non costa nulla, e dona tanta tranquillità...

domenica 19 dicembre 2010

matrimoniroma.eu


MatrimoniRoma.eu è stato fondato da due fotografi specializzati in cerimonie. Oltre a far vedere il proprio portfolio relativo alle foto delle nozze promuove anche varie attività che si occupano di matrimoni in tutta l'area capitolina.
Inoltre attraverso i nostri partners presentiamo le ultime news sui matrimoni e le offerte più appetibili per proporre il giorno più importante in modo semplice ed originale. Le nostre foto aiuteranno a ricordare il vostro giorno più bello e i nostri partners faranno si che si realizzi in modo speciale!
Un ringraziamento speciale va a tutto lo staff di rubalo.it, ed in particolare al servizio clienti, sempre pronto ad una risposta e ad una assistenza efficace: una nota di stima per la gentilezza e la tempestività.

mercoledì 8 dicembre 2010

Un po' di numeri...

Tra poco sarà tempo di auguri; ma dicembre è anche tempo di bilanci.
Sono quasi sette mesi che la NewMediaLabs ha rilevato la piattaforma Rubalo.it, quindi un tempo sufficiente per cominciare a "tirare le somme" e vedere com'è andata, cosa è stato fatto di buono, cosa si sarebbe potuto fare meglio, e cosa si potrebbe fare ancora per migliorare ulteriormente.
L'infrastruttura tecnologica è decisamente superiore: abbiamo introdotto nuovi server email, più stabili ed efficienti; una nuova piattaforma di hosting shared Linux, che rappresenta probabilmente lo stato dell'arte in Italia; e anche se non abbiamo fatto annunci ufficiali (anzi, lo abbiamo fatto un po' alla chetichella) è stata introdotta una nuova piattaforma di hosting shared Windows, basata su Windows Server 2008.
L'assistenza ai clienti, un po' zoppicante all'inizio, è ormai entrata a regime: il numero di ticket si è ridotto drasticamente, ed il tempo medio di chiusura di un ticket si aggira sull'ordine di poche decine di minuti.
Riteniamo di aver migliorato molto la comunicazione verso gli utenti, sia attraverso questo blog, sia attraverso la nostra pagina su Facebook. Sarebbe bello se gli utenti approfittassero di più di questi strumenti per interagire con noi, e sottoporci idee e critiche... lo riterremmo un aiuto prezioso.

Perchè, in definitiva, ci si domanda sempre: ma gli utenti hanno apprezzato o no i nostri sforzi e le nostre innovazioni?

Sempre difficile esprimersi..in merito: le lamentele di pochi che fanno molto rumore spesso portano a sopravvalutare i problemi, mentre invece una maggioranza silenziosa apprezza ma, appunto, non si fa sentire...

Ed anche fatturato, numero di domini gestiti, percentuale di domini rinnovati... tutti numeri che si lasciano interpretare, e che è difficile valutare in maniera univoca.
Il fatturato aumenta? Bene, ma non significa nulla: in tutto il settore il fatturato è in aumento, e quindi bisogna semmai vedere se il fatturato aumenta abbastanza, in relazione al resto del mercato...
La percentuale dei domini rinnovati... anche questa non è significativa. Sembra che siamo un po' sopra la media, ma è difficile dare a questo dato un significato univoco...
Un dato che non lascia molto adito ad interpretazioni è pero quello dei trasferimenti di dominio.
Infatti un dominio si può non rinnovare per mille motivi, difficilmente legati al provider che fornisce il servizio.
Viceversa, un trasferimento (che, tra l'altro, è una procedura anche abbastanza impegnativa per l'utente) lo si fa solo ed esclusivamente per un motivo: per trovare un servizio migliore o più conveniente.

E qui i dati ci confortano.
Nella tabella che segue, trovate tutti i dati di trasferimenti da e verso Rubalo.it nel corso degli ultimi mesi, nei confronti di tutti gli altri principali provider, per tutti i domini tranne i .it

Scopriamo quindi che, complessivamente, verso Rubalo.it si sono trasferiti 106 domini, mentre nello stesso periodo se ne solo allontanati 37; il bilancio positivo è di 67 domini.
La lettura quindi è semplice: 37 clienti si sono allontanati, contando di ottenere altrove servizi migliori o più convenienti; mentre altri 106 clienti hanno reputato la nostra offerta migliore, e/o più conveniente, e ci hanno concesso la loro fiducia abbandonando il loro attuale provider.
Considerato che, al momento, gestiamo poco meno di 2000 domini (diversi da .it; altri 2000 sono i .it, gestiti con tag emmeweb-mnt), si potrebbero anche tranquillamente liquidare i 37 clienti persi come una normale "dinamica di mercato"... ed in parte è vero. Si tratta, tutto sommato, di una percentuale poco significativa: meno del 2%... e pensare di poter veramente soddisfare pienamente il 100% degli utenti è utopico e velleitario.
Cionondimeno, ogni singolo dominio di questi 37 ci deve far riflettere, e pensare se e come avremmo potuto modificare il servizio per soddisfare quel certo cliente... perchè, per poter migliorare, sono due le componenti essenziali: idee e riferimenti.
E siamo sempre pronti ad ascoltarvi: qui sul blog, su Facebook, o con un'email su info@rubalo.it... indifferente. L'importante è che il vostro feedback ci arrivi; dopodichè, sarà compito nostro trasformarlo in idee ed opportunità di crescita.

Registrar verso Rubalo.it via da Rubalo.it totale
PUBLICDOMAINREGISTRY.COM 8 14 -6
GODADDY.COM, INC. 2 2 0
NETWORK SOLUTIONS, LLC. - 2 -2
DIRECTNIC, LTD - 1 -1
FASTDOMAIN, INC. - 1 -1
SERVER PLAN SRL - 1 -1
TLDS INC. - 1 -1
LOCAWEB SERVICOS DE INTERNET S/A DBA LOCAWEB - 1 -1
ASCIO TECHNOLOGIES 1 1 -
NAME.COM 1 1 -
DIRECTNIC, LT 1 - 1
EVERYONES INTERNET, LTD. DBA RESELLONE.NE 1 - 1
WILD WEST DOMAIN 4 1 3
TOTAL WEB SOLUTIONS LIMITED TRADING AS TOTALREGISTRATION 1 - 1
REGISTER.COM 2 1 1
NETWORK SOLUTIONS 1 - 1
FASTDOMAIN, INC 1 - 1
DOTSTER 1 - 1
CSL COMPUTER SERVICE LANGENBACH GMBH D/B/A JOKER.CO 2 - 2
KEY-SYSTEMS 2 - 2
TUONOME.IT 3 - 3
ENOM 10 6 4
NETWORK SOLUTIONS, LLC 8 - 8
REGISTER.IT 15 4 11
REGISTRAR INFO N/A 42 - 42
Totale: 106 37 69
.

domenica 5 dicembre 2010

Addio alle LAR


In questi giorni un messaggio pubblicitario di un concorrente ha creato preoccupazione, se non panico, in molti utenti.

Il messaggio cosa diceva?
Il NIC ha fissato la data del 31/12/2010 come la fine dei MNT (maintainer) dei domini .IT.
Tutti i domini .IT mantenuti da un maintainer (MNT) dovranno trasferirsi presso un registrar (REG), i maintainer infatti non potranno più rinnovare il contratto con il NIC di Pisa.

I DOMINI MANTENUTI DA UN "MNT" (MAINTAINER) PASSERANNO AUTOMATICAMENTE NELLO STATO DI NO-PROVIDER

Le conseguenze di questo saranno abbastanza gravi:

chi ha un dominio .IT mantenuto da un MNT non potra' piu' visualizzare il proprio sito web

Bene, questo messaggio è quella che, tecnicamente, si può tranquillamente definire una balla.

Spieghiamo dall'inizio: il Registro Italiano oltre un anno fa ha avviato la transizione al cosiddetto "sistema sincrono" per la registrazione dei domini .it. Ovvero, un sistema che, una volta avviato, ci permetterà di dire definitivamente addio alle LAR, e di registrare un dominio .it on line con la stessa facilità con cui oggi si registra un .com, un .net o un .uk
Le figure che potranno eseguire queste operazioni sono dette Registrar (REG), e scomparirà la figura del Maintainer (MNT).
La procedura non è per nulla semplice, ed ha una "scaletta" di realizzazione abbastanza articolata:


Qual'è oggi la situazione?

La situazione reale è che i Maintainer che entro il 31/12/2010 non avranno avviato le procedure per diventare Registrar (sottoscrizione ed invio al Registro .it del contratto di servizio sincrono), vedranno scadere il proprio contratto asincrono e tutti i nomi a dominio mantenuti con la loro etichetta Maintainer passeranno nello stato di "NO-PROVIDER".

Quindi, il paventato "oscuramento" del dominio non avverrà per tutti i domini gestiti da maintainer, ma solo per quei domini gestiti da maintainer che alla data del 31/12 non si saranno ancora neppure presi la briga di firmare il nuovo contratto...

Infatti, non è richiesta la certificazione come registrar entro il 31/12, ma solo ed esclusivamente che si siano "avviate le procedure" (che poi appunto consistono nel firmare il contratto Registrar e pagare il relativo contributo). Dopodichè, per completare le procedure, sostenere il test di accreditamento e diventare effettivamente registrar... c'è tempo.

Quanto tempo?

Difficile dirlo: in teoria Agosto 2011, ma siamo in Italia, e quindi già si parla di una proroga... (come pure si parla di una proroga ad aprile anche per la scadenza del 31/12...)

Quindi, in definitiva il messaggio pubblicitario precedente è una doppia balla.
E, sinceramente, se non avessimo molte cose più importanti ed interessanti da fare, procederemmo contro questa pubblicità mendace con esposti al Garante della Concorrenza e del Mercato, al Registro Italiano ed all'Universo Mondo.

E per quanto riguarda Rubalo.it ?
I nostri clienti possono stare tranquilli: noi abbiamo "avviato le procedure" già da parecchio tempo, e quindi guardiamo con molta tranquillità alla scadenza del 31/12.
Abbiamo tutto l'interesse affinché ciò avvenga il prima possibile: la gestione delle LAR è un mezzo incubo, ed il giorno che potremo finalmente dire addio a questa formalità stapperemo una bottiglia di quello buono.
Perché ciò avvenga... dobbiamo solo aspettare i "normali tempi tecnici" per diventare finalmente "Registrar". "Tempi tecnici" che, ovviamente, solo in minima parte dipendono da noi...
Appena il "normale iter" si sarà concluso, sarete i primi a saperlo.

giovedì 2 dicembre 2010

registra un dominio .eu... e vinci un Ipod Touch!

foto di vacekrae

Dal 25 novembre al 25 dicembre, se registri un dominio .eu puoi vincere un Ipod Touch!

Sono ben 100 gli Ipod in palio, e partecipare al concorso “Win with .eu” è semplice:
  • registra il tuo dominio .eu
    (ovviamente su Rubalo.it; sai che per la registrazione dei domini .eu abbiamo il prezzo più basso d'Italia? Solo € 8,99 + IVA!)
  • vai sulla pagina www.winwith.eu , inserisci il nome a dominio che hai registrato, le informazioni di contatto e il codice del concorso XMAS2010.
  • Clicca sul bottone “Partecipa al Concorso” e... incrocia le dita!

I Termini e le Condizioni generali del concorso sono disponibili qui.

Qui invece trovi una lista dei vincitori dei precedenti concorsi.

I dettagli sul concorso “Win with.eu” sono elencati sotto.

Il concorso “Win with .eu” avrà luogo dal 25 novembre al 25 dicembre 2010.
Durante questo periodo di tempo, EURid selezionerà regolarmente i vincitori del concorso nelle date 2, 10, 18 e 26 dicembre.
Durante ogni selezione saranno annunciati 25 vincitori.
Ogni vincitore riceverà un iPod Touch da 8GB personalizzato con il logo del .eu.
Ogni selezione sarà eseguita soltanto sulle domande di partecipazione inviate negli 8 giorni precedenti la selezione.
Gli iPod che non dovessero essere assegnati durante il concorso “Win with .eu” (perché non è stato possibile contattare il vincitore) saranno messi in palio per una selezione finale che avrà luogo il 26 gennaio 2011.
Tutte le domande di partecipazione che non sono state premiate nelle precedenti selezioni (il 2, 10, 18 e 26 dicembre) saranno automaticamente inserite in questa selezione finale.
Tutti i concorrenti devono accettare i Termini e Condizioni del concorso perché le loro domande siano considerate ammissibili.
I nomi dei vincitori e le loro nazionalità saranno pubblicati alla url: http://www.eurid.eu/en/competition-winners.

Che aspetti? Corri a registrare il tuo dominio .eu!

venerdì 29 ottobre 2010

il servizio SMS on-line di rubalo.it




Rubalo.it mette a disposizione un esclusivo servizio, che permette di inviare SMS dal proprio computer.

I vantaggi, rispetto al "classico" SMS dal telefonino, sono parecchi:
  • intanto, inserire il testo dalla tastiera del PC è evidentemente più semplice e veloce che non dalla micro-tastiera del telefono cellulare;
  • è possibile inviare lo stesso SMS a diversi numeri di telefono con un solo "click", semplicemente elencandoli uno di seguito all'altro
  • l'indicazione del mittente è personalizzabile; potremo inserire, a nostra scelta, il nostro numero di cellulare, oppure un numero qualsiasi, o il nostro nome...
  • infine, con il servizio SMS di Rubalo.it è possibile anche inviare SMS dalle proprie pagine o applicazioni Web.
    Le funzioni messe a disposizione permettono di programmare con facilità l'invio di SMS all'interno della propria applicazione, effettuandolo ad uno o molti numeri di telefono, scegliendo il testo, l'indicazione del mittente...
    Per gli utenti che vogliano sviluppare applicazioni particolari e per l'invio di un numero consistente di SMS da web (almeno 5000 al mese), è anche possibile predisporre un accesso diretto al gateway di invio, ancora più flessibile ed efficiente.
Il prezzo del servizio è uno degli aspetti più interessanti: il costo di un singolo SMS parte da soli 4,5 €cent (IVA esclusa)!

E non sono necessari grossi investimenti per usufruire di questo servizio: i "pacchetti" prepagati di SMS partono da soli € 3,25 + IVA (per 50 SMS).

martedì 5 ottobre 2010

ritorna la promozione "6200 motori di ricerca compresi nel prezzo"!

(immagine di Danard Vincente)

Per tutto il mese di novembre sarà nuovamente valida la promozione, che offre gratuitamente in abbinamento all'hosting standard da 22€+IVA/anno la segnalazione del sito a 6200 motori di ricerca, liste e directory internet.

Posizionarsi bene sui motori di ricerca oggi è cosa difficile e che richiede tempi anche molto lunghi; da questo servizio quindi non bisogna attendersi miracoli, e non bisogna illudersi che poche ore dopo la segnalazione il nostro sito sarà nella prima pagina di Google...
Lo scopo di questo servizio è quello di "dare una spinta" iniziale ad un siti, semplicemente segnalandolo ai vari motori di ricerca e facendo in modo che venga indicizzato... dopodichè, se il sito è interessante e ricco di contenuti originali, saranno gli stessi motori di ricerca e gli utenti a premiarlo.

Per usufruirne, chiunque abbia attivato un hosting nel mese di ottobre deve semplicemente compilare il modulo, scegliere come forma di pagamento "bonifico" ed infine inviare una mail a pagamenti@rubalo.it segnalando il numero d'ordine e di voler usufruire della promozione.
Consigliamo di richiedere l'attivazione del servizio solo dopo aver pubblicato tutti i contenuti del sito che si vuole indicizzare: richiedere l'indicizzazione di un sito semivuoto è controproducente!

lunedì 20 settembre 2010

mauromaglio.it - la musica che non c'è



... la musica è un'idea e le belle idee, nella musica, diventano sempre belle canzoni.

"NAVIGARE" di Mauro Maglio su www.mauromaglio.it "la musica che non c'è" ...

Ritorna la bella musica d'autore …

Ascolta l’ampia anteprima di tutte le 10 canzoni del CD :
  • Navigare
  • Ulisse
  • Salento
  • La musica che non c’è
  • Mar del Plata
  • Storia di una lettera ingiallita
  • Oro, come il nome di un amico
  • Farfalle
  • Signori, si parte
  • Questo strano girotondo

nella sezione “Navigare, le canzoni del CD

Dal sito è anche possibile SCARICARE GRATIS le suonerie di NAVIGARE nella sezione “Le suonerie”.

Puoi anche lasciare i tuoi commenti nella sezione Guestbook e visitare le altre sezioni del sito per conoscere meglio il cantautore Salentino Mauro Maglio.

Il CD “NAVIGARE” di Mauro Maglio è disponibile sui più importanti negozi musicali on line.

www.mauromaglio.it “La musica che non c’è” è un sito in continua crescita anche grazie ai servizi web di rubalo.it

giovedì 16 settembre 2010

hacker!

Domenica 12 settembre uno dei nostri server è stato oggetto di attacco da parte di un hacker. Pare verosimile che l'azione sia stata attuata attraverso un plugin per Wordpress, installato inconsapevolmente da un utente, che ha agito come un "cavallo di troia", ed ha effettuato un massiccio defacing dei siti hostati su quel server.
(Il "defacing", lo ricordiamo, è un'azione che consiste nella sostituzione della pagina index di un sito con un'altra, riportante solitamente la "firma" dell'hacker).
Le nostre misure di sicurezza hanno impedito che l'azione venisse praticata in maniera totale su tutti i siti hostati sul server: meno di un quinto dei siti sono stati "defacciati", e le operazioni di messa in sicurezza e ripristino sono state avviate immediatamente.
Poiché, secondo i nostri standard, il server in questione deve ritenersi ormai compromesso, migreremo TUTTI i siti hostati su un nuovo server. (Gli utenti coinvolti riceveranno una comunicazione specifica).

A quanti questo comunicato possa apparire laconico, specifichiamo che ci sono delle indagini in corso; e quindi non possiamo (o, meglio, NON DOBBIAMO) essere più precisi o dire più di quanto abbiamo detto.

martedì 7 settembre 2010

La Newsletter di Rubalo.it



La nostra newsletter viene inviata automaticamente una volta al mese agli indirizzi di contatto di tutti i nostri clienti.

Niente inutile e martellante spam nella nostra newsletter: solo informazioni sia su aggiornamenti tecnici della nostra infrastruttura, sia su offerte e promozioni commerciali.
E, salvo in casi eccezionali, non più di una volta al mese.

Iscriversi gratuitamente alla nostra newsletter è semplice: clicca qui!

mercoledì 1 settembre 2010

Crimar.it: Crimar Hotels Group

Gli ospiti che soggiorneranno negli alberghi Crimar a Roma potranno esplorare questa città antica con facilità e trascorrere le giornate camminando sulle caratteristiche stradine in pietra alla scoperta dei rinomati e meravigliosi siti romani come il Colosseo, l'animata Piazza Navona ed il Pantheon. Inoltre, con un breve viaggio in autobus o in metro potranno raggiungere Città del Vaticano che contiene alcuni dei più preziosi capolavori artistici del mondo.

Hotel Espana - Via Luzzatti, 21 Roma Tel. - Fax 06 45435343 - 06 45435348
Hotel Parker - Via Giolitti, 431 Roma Tel. 06 770005 fax 06 77590048
Hotel Salus - Piazza Indipendenza 13, Roma Tel. 06 4440330 - fax 06 4456748

martedì 31 agosto 2010

VacanzaItaliana.net



VacanzaItaliana.net è il punto di partenza per ogni viaggiatore in cerca di risorse
valide per il proprio soggiorno e vacanza in Italia.
Sospesi tra l'arte e le bellezze, mille colori e profumi renderanno il Vostro tour unico. Il nostro portale offre la possibilità di scegliere e prenotare alberghi in Italia, bed and breakfast, agriturismi, case vacanza, campeggi, affittacamere, villaggi e residence, hotel in Italia nelle province.
In Vacanza Italiana potrete inoltre trovare una guida ai ristoranti in italia, ordinati per provincia, in cui apprezzare i piatti tipici o la gastronomia italiana, conosciuta in tutto il mondo. Le voci B&B, Campeggi e Agriturismi ed il menu Altre strutture permettono invece di consultare gli elenchi
delle diverse tipologie ricettive.
In Vacanza Italiana scoprirete le risorse legate alla storia e cultura della penisola: l’arte e i monumenti, l’archeologia, il folklore e le tradizioni, la cucina tipica, i castelli, i musei e gli eventi, i mosaici come quelli famosissimi della Villa Romana del Casale a Piazza Armerina, ma anche conoscerne le risorse naturali come spiagge e isole, i parchi e le riserve.
Scegliete il Vostro hotel e andate alla scoperta di una terra che saprà saziare i Vostri occhi e il
Vostro spirito.
Sospesi tra l'arte e le bellezze, mille colori e profumi renderanno il Vostro tour unico.

In Vacanza Italiana inoltre gli operatori possono inserire la propria struttura, mentre gli utenti possono cercare una struttura che risponda ai loro gusti e necessità.

domenica 29 agosto 2010

nuovi server email per tutti gli utenti Rubalo!

Da quando NewMediaLabs ha rilevato la struttura di Rubalo.it, lo scorso mese di maggio, abbiamo avviato una serie di operazioni di potenziamento ed ammodernamento di tutta la infrastruttura tecnologica. Adesso è arrivato il momento dei server email...

I server attuali verranno sostituiti da nuovi server, più potenti, e dotati di software più flessibili ed evoluti, che permetteranno anche un più efficace controllo dello spam.
Il nuovo sistema, basato su una soluzione personalizzata di DirectAdmin, è più veloce, più performante, più affidabile, più flessibile... che altro?

Essenzialmente, le caratteristiche principali sono le seguenti:
  • due diversi strumenti di Webmail a disposizione (SquirrelMail e RoundCube)
  • possibilità di creare account con accesso POP/IMAP
  • account catch-all, forward, mailing list, autoresponder
  • ogni utente potrà gestire autonomamente l'antispam, impostando i valori dei relativi parametri spam e filtri di black e white list.
  • due livelli di accesso, come gestore e amministratore di ogni singolo dominio.
Nei giorni 4-5 settembre tutti gli utenti verranno migrati sui nuovi server.
L'operazione sarà per voi perfettamente "trasparente": nessuna necessità di correggere le impostazioni del vostro client di posta elettronica, nè di reimpostare password.
Durante il periodo di installazione vi potrà essere qualche ritardo nel recapito e nella ricezione delle email.
Per ogni esigenza al riguardo o per ogni chiarimento, non esitate a contattare il nostro servizio di assistenza all'indirizzo clienti@rubalo.it

martedì 3 agosto 2010

nuova piattaforma di hosting Linux!


In Rubalo.it abbiamo sviluppato una nuova piattaforma di hosting Linux, più flessibile e performante dell'attuale.
La nuova piattaforma è realizzata su un'architettura Blade proprietaria, basata su hardware Intel: ogni "lama" è dotata di CPU Intel Xeon Quad-Core, 16 GB di RAM, e di due hard disk Western Digital da 1 terabyte in RAID1.

Dal punto di vista software, gli utenti della nuova piattaforma disporranno di Apache 2.2.9, php 5.2.6, supporto perl/cgi, abilitazione .htaccess e di supporto per la gestione dei permessi con CMS (Joomla, Drupal, etc)

Il prezzo rimane invariato: € 22,00 + IVA all'anno, compresa registrazione del dominio, spazio web illimitato, 5 caselle email da 5GB, traffico illimitato, database Mysql, e tutte le altre caratteristiche che per noi (ma solo per noi!) sono "standard", e che hanno reso famosa la nostra offerta di hosting.

Tutti i nuovi utenti verranno hostati su questa nuova piattaforma, ma offriamo anche la possibilità di migrare gratuitamente a tutti gli utenti di hosting Linux.

Non solo: offriamo la possibilità di migrazione gratuita sulla nuova piattaforma anche agli utenti di hosting Windows, ma che facciano uso di PHP e che quindi non necessitino indispensabilmente di Windows, senza neppure l'addebito "una tantum" di tariffa cambio server che sarebbe dovuta in tali casi.
Tale offerta sarà valida per tutto il mese di settembre.

Per richiedere la migrazione sui nuovi server, inviate una mail a clienti@rubalo.it; la migrazione avverrà per blocchi di siti, e quindi presumibilmente entro una decina di giorni dalla richiesta.

Gli utenti di piani Fracto interessati alla migrazione inviino una mail a clienti@rubalo.it, per verificarne la fattibilità tecnica.

giovedì 22 luglio 2010

l'importanza di una buona password

foto di m.a.r.c.

Nelle scorse ore, gli utenti collegati ad uno dei nostri email server hanno purtroppo sperimentato alcuni fastidiosi disservizi e ritardi.

Il problema è stato causato da un attacco di spammer che hanno utilizzato le credenziali di autenticazione di alcuni utenti con password vulnerabili.

In pratica: alcuni utenti avevano delle password banali ("1234"), uno spammer le ha facilmente azzeccate, ed ha cominciato a cercare di spandere spam in giro per il mondo utilizzando le loro credenziali.

Il risultato è quello che gli utenti hanno potuto sperimentare: il server non è che non funzionasse, ma era enormemente rallentato dalla massa di decine di migliaia di messaggi che lo spammer cercava di inviare.

Il problema è stato individuato, le utenze coinvolte bloccate, è stata eliminata la (gigantesca) coda di messaggi di spam... ed il server ha finalmente ripreso a respirare ed a fare il suo lavoro.

Morale: non usare mai password banali.
Una password deve essere sempre almeno di 8 caratteri alfanumerici, composta da caratteri sia maiuscoli che minuscoli, e magari anche da qualche carattere speciale.

"d3qWq5#Af" è una buona password (anche se un po' difficile da ricordare); "1234" o "pippo" invece decisamente NO.

lunedì 5 luglio 2010

batassisi.it



BAT Assisi è un negozio specializzato nelle ricreazioni d'arte in pictografia e dipinte delle opere più celebri della storia dell'arte, stampe, ceramiche artistiche, maschere, paralumi stampati ed oggetti artistici in genere.

BAT Assisi si trova in Via San Rufino 8/a ad Assisi (PG)

giovedì 1 luglio 2010

opzione query limit a 100.000 query/ora - per siti di successo

(foto di Beer Coaster)

E' scaduta ieri l'offerta per l'innalzamento delle query limit a 100.000 query/ora, al prezzo "una tantum" di 11 euro IVA compresa.
Sono in tanti che hanno saputo approfittare di quest'occasione (alcuni ritardatari anche la scorsa notte, ben dopo mezzanotte... ma abbiamo fatto finta di avere l'orologio indietro ed abbiamo applicato ugualmente la promozione).
Adesso, godono di un hosting con la possibilità di 100.000 query/ora, al prezzo annuo di soli 22 euro + IVA... non male, vero?

Ricordiamo che, normalmente, il limite (comunque non basso) è di 10.000 query/ora, che permettono di gestire siti anche con migliaia di visite al giorno (dipende anche da come è scritto il codice). Un limite di 100.000 query/ora è necessario ad un sito di grosso successo, il cui passo successivo consiste in un server dedicato.

Per chi da oggi avesse la necessità di un innalzamento del query limit a 100.000 query/ora, sia per contratti di hosting già esistenti che per nuovi contratti, la tariffazione diventa annua, al prezzo di € 8 + IVA/anno.

Quindi, con € 22 + IVA si ha il servizio di hosting "normale" (10.000 query/ora), mentre con € 30 + IVA si ha il servizio di hosting da 100.000 query/ora.
L'opzione, per i nuovi ordini, è disponibile direttamente nel modulo d'ordine.
Per i contratti esistenti, si può richiedere l'integrazione dal proprio control panel.

domenica 27 giugno 2010

come promuovere gratuitamente il tuo sito con Rubalo.it


Hai sviluppato il tuo sito ed i tuoi servizi internet per mezzo di rubalo.it? Allora puoi sfruttare l’operazione “powered by rubalo.it”, presentando gratuitamente il tuo sito alla rete attraverso il nostro blog.

Inviaci una presentazione del tuo sito (o dei servizi che fornisci, del software che hai sviluppato, o delle iniziative che promuovi attraverso il web) all'indirizzo blog@rubalo.it e noi la pubblicheremo gratuitamente.

Alcuni consigli ed indirizzi:

  • Mantieni (indicativamente) la lunghezza del testo tra le 100 e le 500 parole
  • Inserisci all’interno del testo da 2 a 5 link attivi a pagine significative del tuo sito; limitati ad inserire un solo link alla home page, e gli altri link falli rimandare a pagine interne del tuo sito (o blog)
  • se vuoi, puoi inserire qualche indicazione di come utilizzi i servizi di rubalo.it, o qualche apprezzamento per il nostro lavoro o per l’assistenza; ovviamente apprezzeremo, ma non è necessario.
  • Sarà apprezzato (ma non è obbligatorio) che il link venga ricambiato - ovvero che tu inserisca da qualche parte sul tuo sito un link a www.rubalo.it
  • Puoi scrivere una presentazione separata per ogni sito o dominio gestito attraverso rubalo.it
    In linea di principio, ogni sito avrà diritto ad un solo post di presentazione; in casi particolari, o per eventi di particolare rilievo, potranno esser accordati post supplementari riferiti allo stesso sito.

Il blog dispone inoltre di tutte i widget per social marketing, per segnalare i nuovi contenuti via feed RSS, Facebook, Twitter, Wikio, Google Buzz ecc.

Cionostante, può darsi che l’articolo di presentazione del tuo sito non abbia un grandissimo rientro in termini di traffico diretto, ma è un’importante occasione di SEO (Search Engine Optimization), ovvero per aumentare considerevolmente la tua visibilità sui motori di ricerca.


Tieni quindi presente alcune semplici tecniche basilari di SEO:

  • Individua delle “parole chiave” (keywords) significative per il tuo sito, ed usale all’interno del testo di presentazione (se ad esempio il tuo sito si occupa di fotografia, sarà importante usare le parole “fotografia digitale”, “reflex”, “elaborazione di immagini”, e magari anche qualche marca…
  • Stendi un elenco delle parole chiave più interessanti, e scrivi poi il testo “attorno” a queste, in modo da inserirle in un contesto leggibile e coerente
  • Associa alle parole chiave usate dei link attivi a qualche pagina significativa del tuo sito (nel caso dell’esempio, a “reflex” si può associare ad esempio una pagina in cui si discute dei vantaggi di una reflex rispetto ad una fotocamera compatta…)
  • Usa un testo originale.
    Non essere pigro, evita il semplice “copia e incolla” da qualche pagina del tuo sito, o di riciclare la stessa presentazione usata su altri siti. I motori di ricerca apprezzano i testi originali, e tendono a ignorare i testi duplicati. Quindi, dal punto di vista SEO, la stessa presentazione riportata su dieci siti differenti vale 2; dieci presentazioni differenti riportate su dieci siti differenti valgono 10.
  • Evita l’uso dei sinonimi delle keywords utilizzate
    Scegli se usare “fotocamera”o “macchina fotografica”, ed usa solo uno dei due.
    I motori di ricerca sono influenzati dalla grammatica anglosassone che, a differenza del “buon scrivere” italiano, non incoraggia l’uso di sinonimi all’interno dello stesso testo. Quindi, i motori di ricerca sembra che penalizzino i testi che utilizzano sinonimi.
  • Allega al tuo articolo un’immagine significativa, e dalle un nome significativo: foto17653.jpg per i motori di ricerca non significa nulla, mentre “macchina-fotografica-a-soffietto.jpg” invece si. Quindi, gli utenti che su Google cercheranno immagini di macchine fotografiche a soffietto non troveranno mai la tua immagine foto17653.jpg, ma troveranno invece la seconda… anche questo è SEO.

Per chi voglia approfondire, consigliamo un po' di fonti:

Guida introduttiva di Google all'ottimizzazione per motori di ricerca (SEO)

Guida al posizionamento di Giorgio Taverniti

martedì 22 giugno 2010

metaldetectore.com

Attraverso il sito metaldetectore.com la Electronics Company di Imola propone una vasta gamma di apparecchiature elettroniche di alta gamma:
metal detector: WHITE'S GARRETT, TEKNETICS MINELAB, XP FISHER, CSCOPE NEXUS
visori notturni: ATNCORP GRIFON, DIPOL DEDAL
amplificatori a valvole hi-fi : MORSIANI ELECTRIC, YARLAND, BADA HI-FI, GLIPRO, DARED
balestre ed arcieria: EXCALIBUR, CONDOR
apparecchiature per la caccia: AIMSHOT, GAME FINDER, GAME COUNTRY, VIGIL, SILVER CREEK INDUSTRIES
strumentazioni elettroniche made in U.S.A.: ALPHALABS, SE INTL, U.S.A., SIMPSON

Inoltre: generatori eolici, orologeria, localizzatori GPS, microspie...


Con le continue selezioni e ricerche di mercato delle migliori apparecchiature e dei migliori produttori mondiali, metaldetectore.com offre ai propri clienti quella sicurezza che nessuno può eguagliare.

giovedì 17 giugno 2010

tariffa cambio server: ridotta a € 7

La tariffa di cambio server è stata ridotta da € 13,00 (+ IVA) a € 7,00 (+ IVA):
una riduzione di poco meno del 50%.

Tale tariffa si applica, lo ricordiamo, nei seguenti casi:
- cambio di piano hosting da Windows a Linux (o viceversa)
- spostamento di un hosting da un piano Fracto ad un altro piano Fracto
- spostamente di un hosting autonomo all'interno di un piano Fracto

martedì 15 giugno 2010

pagamenti con carta di credito su Rubalo.it


E' stata inserita la possibilità di pagamento di tutti i servizi di Rubalo.it con carta di credito.
Finora, il pagamento con carta di credito era possibile attraverso Paypal - meccanismo che, però, non era gradito a tutti i clienti.
Viene comunque mantenuta la possibilità di pagamento con Paypal, ma è affiancata dal gateway del Monte dei Paschi di Siena per permettere transazioni in tutta sicurezza e con le più ampie garanzie.
Sono accettate tutte le carte di credito dei circuiti Visa (compresa Visa Electron e Postepay) e Mastercard.

mercoledì 9 giugno 2010

fotolaneve.it


Fausto Laneve Official Website.

Fotografo per passione, specializzato ad immortalare momenti che dovranno essere ricordati nel tempo; paesaggi colti in alcuni attimi irripetibili; eventi sportivi le cui fondamenta sono solidificate dalla passione; ogni attimo che la fotografia fa diventare un’arte.

Salentino d’origine, mette a disposizione le proprie capacità professionali a chi ne apprezza le sue opere.

lunedì 7 giugno 2010

rinnovo domini .tel? Più conveniente da Rubalo.it!


In questo periodo vengono a scadenza i primi domini .tel, il cui "lancio" sul mercato è avvenuto, appunto, poco più di un anno fa.
Non sta a noi fare considerazioni sul successo dell'iniziativa: è certo che le oltre 200.000 registrazioni di domini .tel sembrano indicare che abbiano incontrato un discreto favore; e la percentuale di rinnovi, che pare aggirarsi attorno al 90%, sembra suffragare tale ipotesi.

Quello che dobbiamo segnalare invece è che la soluzione più conveniente per la registrazione o il rinnovo di un dominio .tel è Rubalo.it: il costo è di soli € 11,00 + IVA, il più basso in Italia.

Non ci credete?
Noi non temiamo il confronto:

eurodns.com € 18,00
dominiando.it € 29,00
rubalo.it € 11,00
dominiotel.it € 12,00
register.it € 49,00

Vuoi trasferire i tuo dominio .tel da rubalo.it? Vai alla pagina dei trasferimenti.

Centro Yoga e Scuola di Massaggio Il piccolo Amrit

Il Centro Yoga e Scuola di Massaggio Il piccolo Amrit è in Puglia a Martina Franca (Taranto). Tel. 080.48.59.936

La scuola di Yoga offre corsi di Yoga, meditazione, pranayama, hatha yoga e asthanga yoga in diverse fasce orarie (al mattino, pausa pranzo, pomeriggio, sera) rispettando i più antichi insegnamenti delle classiche scuole di Yoga Indiane (Iyengar, Satyananda, Govindan).

La scuola di Massaggio offre corsi di formazione e specializzazione in diverse tecniche sia orientali che occidentali di massaggio: Massaggio ayurvedico, Pinda sveda, Pinda svedana, Shiro dhara, Stone massage, Antistress, Coppettazione e altri.

I corsi si svolgono la Domenica per piccoli gruppi di massimo 8 persone. Si possono effettuare corsi anche ad allievi singoli, in relazione alle esigenze personali, senza che il prezzo sia aumentato anche durante la settimana. Questi corsi sono dedicati sia agli operatori del settore (estetiste, infermieri, medici, fisioterapisti ecc.) che a privati che desiderano imparare queste antichissime discipline.


Sul sito si possono trovare articoli su vari argomenti di cultura indiana sullo Yoga e sul Massaggio, video vari sullo yoga e sui corsi di massaggio proposti dal centro, e altre pagine interessanti sulla preparazione di oli e massaggi di vario tipo.

Il sito si appoggia sul provider Rubalo.it che in tutti questi anni di collaborazione ha offerto un servizio professionale ed accurato per la divulgazione delle attività dell’Associazione culturale Il Piccolo Amrit.

giovedì 3 giugno 2010

Innalzamento del "query limit" giornaliero a 100.000 query/ora

Le accresciute esigenze di alcuni nostri utenti, ai quali non bastavano le 10.000 query mySQL giornaliere, ci hanno dato spunto per un miglioramento di questo servizio.

Sebbene una tale necessità richiederebbe l'acquisto di un servizio di livello più elevato (virtual server, server dedicato) oggi è possibile portare questo limite a 100.000 (CENTOMILA!) query all'ora, per sempre, ed a fronte di un minimo addebito iniziale "una tantum" di € 11,00 (IVA compresa).

Per usufruire di questa offerta (valida esclusivamente fino al 30 giugno), è sufficiente richiederne l'attivazione dal control panel cliente, ed effettuare un pagamento di € 11,00 secondo le solite modalità, specificando come causale "aumento query limit" ed il numero di contratto o il dominio per il quale si richiede l'aumento.

sabato 29 maggio 2010

la knowledge base di rubalo.it

La knowledge base di rubalo.it non è una novità: esiste da sempre.
Forse un po' nascosta nei meandri di link del sito, ma esiste.
E contiene molte informazioni interessanti...

La knowledge base è in continua evoluzione, ed è il risultato dei quesiti che ci vengono posti più frequentemente dai nostri clienti.

Probabilmente una buona metà delle richieste di assistenza che ci arrivano hanno già la loro risposta dentro la knowledge base... Anzi no, sono sicuramente molto più che non solo la metà.

Ad esempio ci trovate cosa potete fare e cosa non potete fare con i nostri server virtuali, come fare il redirect di un dominio, come si fa a trasferire un dominio .it, come gestire i domini di terzo livello, come accedere alla webmail, come configurare il proprio client di posta,...

Non, non c'è proprio tutto: ma quasi...

Dedicateci un po' di tempo: probabilmente scoprirete molte possibilità che non conoscevate.

la knowledge base di rubalo.it
Clicca sul genio, ed entra nella nostra knowledge base...

giovedì 27 maggio 2010

HostingTalk.it: Newmedialabs Srl acquisisce Rubalo, l'obiettivo è migliorare l'hosting lowcost

Così espongono la nostra recente evoluzione gli amici di HostingTalk.it:

Una acquisizione per Newmedialabs Srl, l'azienda conosciuta per i marchi Domainregister.it e ServerLabs.eu ha chiuso l'accordo qualche settimana fa per Rubalo.it, il brand lowcost di Emmeweb Srl creato da Andrea Margiotta, investitore e proprietario in passato di Consultingweb, successivamente venduta al gruppo Aruba SPA.

Per stessa ammissione di Newmedialabs, si tratta di una operazione che traghetta la società in un nuovo target clienti e servizio: da sempre la compagnia è concetrata sulla vendita di servizi di medio o alto livello, ora un focus nel mondo del webhosting tradizionale, target lowcost, per cercare di migliorare anche questo aspetto e acquisire una buona massa critica di nuovi clienti. A parlare è il direttore tecnico di Newmedialabs, Luca Mercuri: "Stiamo integrando efficacemente le due piattaforme tecnologiche esistenti: già adesso, a pochi giorni dall’inizio attività, garantiamo ai clienti di Rubalo.it una maggior ridondanza di connettività dei servizi di housing grazie all'uso di due DataCenter all'interno del campus di Caldera (KPNQWest e Seeweb). I clienti di servizi di hosting dedicato vengono invece indirizzati verso la nuova piattaforma Newmedialabs di server blade, basati su hardware Intel, che all’affidabilità uniscono doti di ineguagliabile flessibilità di gestione e manutenzione. Contemporaneamente, stiamo lavorando ad un nuovo pannello per i clienti, comune ad entrambe le piattaforme, e che permetterà un controllo più semplice, esteso ed autonomo dei propri servizi andando ad integrare all'interno della stessa interfaccia tutta al gamma di servizi offerti"

L'attuale Rubalo.it non ha solamente clienti nel mondo webhosting lowcost, ma anche alcuni importanti clienti nel campo dei servizi housing, uno dei motivi che hanno reso vantaggiosa l'acquisizione e forniscono un ottimo spunto per Newmedialabs, già oggi abituata alla gestione di piattaforme e servizi dedicati nel data center milanese di Seeweb.

Il presidente di Newmedialabs ha voluto dare anche qualche indicazione sul business model previsto e sulle modalità operative della società, un punto di forza per la gestione di una simile base clienti: E’ tutto sommato facile fornire servizi di alto livello, in quanto coperti da un margine economico adeguato all’impegno ed alla infrastruttura tecnologica necessaria a garantire elevati uptime; riuscire invece a fornire servizi low-cost di buon livello è una sfida molto più difficile, in quanto il ridotto margine economico non permette errori: il cliente non deve semplicemente esser messo nella condizione di richiedere un intervento di assistenza ai nostri tecnici, perché con un piano di hosting da 22 euro all’anno una singola chiamata è sufficiente ad azzerare il margine e portare l’operazione in perdita: ma l’unico cliente che non richiede interventi di assistenza è il cliente totalmente soddisfatto del servizio, e questo è il nostro obiettivo.

Di pari passo, procediamo con il progetto di distribuzione dell’attività sul territorio: "i servizi commerciali ed amministrativi sono concentrati nella sede di Trieste, invece i servizi tecnici vengono svolti presso la farm di Milano e presso la sede di Roma. Grazie alla intranet tutti lavorano sugli stessi server, e con la necessità di pochissime comunicazioni telefoniche tra le diverse sedi. D'altronde, siamo un’azienda che vende servizi internet: è una questione di coerenza dimostrare che funzionano efficacemente, e che permettono l’integrazione del lavoro di persone che lavorano a centinaia di km di distanza come se fossero ai capi opposti della stessa scrivania" ha affermato Franco Tauceri

Rubalo.it è quindi destinata a divenire l'ennesimo grande provider lowcost a livello italiano: siamo in una fascia di prezzo molto vicina ad Aruba.it, con simili caratteristiche, e anche nelle condizioni tali da poter ambire ad un miglioramento del comparto dedicati e housing ora che la proprietà è passata in mano ad un team che si è sempre occupato di questo. Non si tratta di un tipo di acquisizione che vediamo spesso nel mercato italiano, tipicamente entrare in un nuovo segmento è un'operazione molto lunga e complessa, saranno i prossimi mesi a decretare l'andamento di questa operazione per Newmedialabs, la quale sembra intenzionata per prima cosa a migliorare la infrastruttura e il servizio offerto ai clienti di Rubalo.it

martedì 25 maggio 2010

Newmedialabs acquisisce Rubalo.it

Newmedialabs srl annuncia la recente acquisizione di Rubalo.it, piattaforma di vendita di servizi di housing e hosting low cost.
L’operazione si inquadra nell’evoluzione strategica della Newmedialabs: storicamente concentrata su servizi di livello medio-alto, e sulla fornitura di servizi personalizzati, assieme a Rubalo.it acquisisce una dote di oltre 1200 clienti, sufficienti a costituire la “massa critica” necessaria a sostenere un salto di qualità nella gamma e nel livello di tutti i servizi forniti.

Luca Mercuri, direttore tecnico Newmedialabs: “Stiamo integrando efficacemente le due piattaforme tecnologiche esistenti: già adesso, a pochi giorni dall’inizio attività, garantiamo ai clienti di Rubalo.it una maggior ridondanza di connettività dei servizi di housing grazie all'uso di due DataCenter all'interno del campus di Caldera (KPNQWest e Seeweb). I clienti di servizi di hosting dedicato vengono invece indirizzati verso la nuova piattaforma Newmedialabs di server blade, basati su hardware Intel, che all’affidabilità uniscono doti di ineguagliabile flessibilità di gestione e manutenzione. Contemporaneamente, stiamo lavorando ad un nuovo pannello per i clienti, comune ad entrambe le piattaforme, e che permetterà un controllo più semplice, esteso ed autonomo dei propri servizi andando ad integrare all'interno della stessa interfaccia tutta al gamma di servizi offerti”.

Franco Tauceri, presidente Newmedialabs: “E’ tutto sommato facile fornire servizi di alto livello, in quanto coperti da un margine economico adeguato all’impegno ed alla infrastruttura tecnologica necessaria a garantire elevati uptime; riuscire invece a fornire servizi low-cost di buon livello è una sfida molto più difficile, in quanto il ridotto margine economico non permette errori: il cliente non deve semplicemente esser messo nella condizione di richiedere un intervento di assistenza ai nostri tecnici, perché con un piano di hosting da 22 euro all’anno una singola chiamata è sufficiente ad azzerare il margine e portare l’operazione in perdita: ma l’unico cliente che non richiede interventi di assistenza è il cliente totalmente soddisfatto del servizio, e questo è il nostro obiettivo.
Di pari passo, procediamo con il progetto di distribuzione dell’attività sul territorio: i servizi commerciali ed amministrativi sono concentrati nella sede di Trieste, invece i servizi tecnici vengono svolti presso la farm di Milano e presso la sede di Roma. Grazie alla intranet tutti lavorano sugli stessi server, e con la necessità di pochissime comunicazioni telefoniche tra le diverse sedi. D'altronde, siamo un’azienda che vende servizi internet: è una questione di coerenza dimostrare che funzionano efficacemente, e che permettono l’integrazione del lavoro di persone che lavorano a centinaia di km di distanza come se fossero ai capi opposti della stessa scrivania.

lunedì 3 maggio 2010

registrare un dominio: avere un nome sul web

Registrare un dominio internet significa rendersi reperibile in tutto il mondo con un proprio, unico e riservato nome specifico; elemento di fondamentale importanza per il successo di qualsiasi realtà, sia essa aziendale che privata.

E' importante possedere un nome proprio su internet per pubblicizzare i propri prodotti, i propri servizi o più semplicemente dar vita all'esposizione di idee e progetti; sono decine di milioni i navigatori internet nel mondo e molti possono essere interessati a conoscere e utilizzare il Tuo sito internet per le proprie esigenze.

Rubalo.it! by Newmedialabs srl mette a tua disposizione un ufficio dedicato alla registrazione domini di qualsiasi paese, in modo semplice e veloce.

I domini nazionali attualmente esistenti sono i seguenti:


.at - Austria
.be - Belgio
.co.uk - United Kingdom
.de - Germany
.dk - Denmark
.es - Spain
.fi - Finland
.fr - France
.gr - Greece
.ie - Ireland
.it - Italy
.lu - Luxembourg
.nl - Netherlands
.pt - Portugal
.se - Sweden
ALTRI PAESI EUROPEI
.ad – Andorra
.al – Albania
.ba – Bosnia and Herzegovina
.bg – Bulgaria
.ch – Switzerland
.cy – Cyprus
.cz – Czech Republic
.ee – Estonia
.fo – Faroe Islands
.gi – Gibraltar
.hr – Croatia/Hrvatska
.hu – Hungary
.im – Isle of Man
.is – Iceland
.li – Liechtenstein
.lt – Lithuania
.mc – Monaco
.md – Moldova, Republic of
.mk – Macedonia, Former Yugoslav Republic
.mt – Malta
.no – Norway
.pl – Poland
.ro – Romania
.ru – Russian Federation
.si – Slovenia
.sj – Svalbard and Jan Mayen Islands
.sk – Slovak Republic
.sm – San Marino
.tr – Turkey
.ua – Ukraine
.va – Holy See (City Vatican State)
.yu – Yugoslavia
RESTO DEL MONDO
.ac – Ascension Island
.ae – United Arab Emirates
.af – Afghanistan
.ag – Antigua and Barbuda
.ai – Anguilla
.am – Armenia
.an – Netherlands Antilles
.ao – Angola
.aq – Antartica
.ar – Argentina
.as – American Samoa
.au – Australia
.aw – Aruba
.az – Azerbaijan
.bb – Barbados
.bd – Bangladesh
.bf – Burkina Faso
.bh – Bahrain
.bi – Burundi
.bj – Benin
.bm – Bermuda
.bn – Brunei Darussalam
.bo – Bolivia
.br – Brazil
.bs – Bahamas
.bt – Bhutan
.bv – Bouvet Island
.bw – Botswana
.by – Belarus
.bz – Belize
.ca – Canada
.cc – Cocos (Keeling) Islands
.cd – Congo, Democratic Republic of the
.cf – Central African Republic
.cg – Congo, Republic of
.ci – Cote d'Ivoire
.ck – Cook Islands
.cl – Chile
.cm – Cameroon
.cn – China
.co – Colombia
.cr – Costa Rica
.cu – Cuba
.cv – Cap Verde
.cx – Christmas Island
.dj – Djibouti
.dm – Dominica
.do – Dominican Republic
.dz – Algeria
.ec – Ecuador
.eg – Egypt
.eh – Western Sahara
.er – Eritrea
.et – Ethiopia
.fj – Fiji
.fm – Micronesia, Federal State of
.ga – Gabon
.gd – Grenada
.ge – Georgia
.gf – French Guiana
.gg – Guernsey
.gh – Ghana
.gl – Greenland
.gm – Gambia
.gn – Guinea
.gp – Guadeloupe
.gq – Equatorial Guinea
.gs – South Georgia and the South Sandwich Islands
.gt – Guatemala
.gu – Guam
.gw – Guinea-Bissau
.gy – Guyana
.hk – Hong Kong
.hm – Heard and McDonald Islands
.hn – Honduras
.ht – Haiti
.id – Indonesia
.il – Israel
.in – India
.io – British Indian Ocean Territory
.iq – Iraq
.ir – Iran (Islamic Republic of)
.je – Jersey
.jm – Jamaica
.jo – Jordan
.jp – Japan
.ke – Kenya
.kg – Kyrgyzstan
.kh – Cambodia
.ki – Kiribati
.km – Comoros
.kn – Saint Kitts and Nevis
.kp – Korea, Democratic People's Republic
.kr – Korea, Republic of
.kw – Kuwait
.ky – Cayman Islands
.kz – Kazakhstan
.la – Lao People's Democratic Republic
.lb – Lebanon
.lc – Saint Lucia
.lk – Sri Lanka
.lr – Liberia
.ls – Lesotho
.lv – Latvia
.ly – Libyan Arab Jamahiriya
.ma – Morocco
.mg – Madagascar
.mh – Marshall Islands
.ml – Mali
.mm – Myanmar
.mn – Mongolia
.mo – Macau
.mp – Northern Mariana Islands
.mq – Martinique
.mr – Mauritania
.ms – Montserrat
.mu – Mauritius
.mv – Maldives
.mw – Malawi
.mx – Mexico
.my – Malaysia
.mz – Mozambique
.na – Namibia
.nc – New Caledonia
.ne – Niger
.nf – Norfolk Island
.ng – Nigeria
.ni – Nicaragua
.np – Nepal
.nr – Nauru
.nu – Niue
.nz – New Zealand
.om – Oman
.pa – Panama
.pe – Peru
.pf – French Polynesia
.pg – Papua New Guinea
.ph – Philippines
.pk – Pakistan
.pm – St. Pierre and Miquelon
.pn – Pitcairn Island
.pr – Puerto Rico
.ps – Palestinian Territories
.pw – Palau
.py – Paraguay
.qa – Qatar
.re – Reunion Island
.rw – Rwanda
.sa – Saudi Arabia
.sb – Solomon Islands
.sc – Seychelles
.sd – Sudan
.sg – Singapore
.sh – St. Helena
.sl – Sierra Leone
.sn – Senegal
.so – Somalia
.sr – Suriname
.st – Sao Tome and Principe
.sv – El Salvador
.sy – Syrian Arab Republic
.sz – Swaziland
.tc – Turks and Caicos Islands
.td – Chad
.tf – French Southern Territories
.tg – Togo
.th – Thailand
.tj – Tajikistan
.tk – Tokelau
.tm – Turkmenistan
.tn – Tunisia
.to – Tonga
.tp – East Timor
.tt – Trinidad and Tobago
.tv – Tuvalu
.tw – Taiwan
.tz – Tanzania
.ug – Uganda
.um – US Minor Outlying Islands
.us – United States
.uy – Uruguay
.uz – Uzbekistan
.vc – Saint Vincent and the Grenadines
.ve – Venezuela
.vg – Virgin Islands (British)
.vi – Virgin Islands (USA)
.vn – Vietnam
.vu – Vanuatu
.wf – Wallis and Futuna Islands
.ws – Western Samoa
.ye – Yemen
.yt – Mayotte
.za – South Africa
.zm – Zambia
.zw – Zimbabwe
.fk – Falkland Islands (Malvina)

Hai in mente un nome da registrare? Non lasciartelo scappare!
Verifica se è libero e registralo!

venerdì 12 febbraio 2010

Rubalo.it: lowcost e servizi professionali in una offerta ambiziosa per il mercato italiano

da Hostingtalk.it


Oggi ospitiamo sulle pagine di HostingTalk.it una nuova azienda, Rubalo.it. Non si tratta di una presenza nuova nel mercato italiano nè tanto meno di imprenditori e tecnici nuovi al mondo del webhosting: dopo l'esperienza di ConsultingWeb, ora proprietà del gruppo italiano Aruba Spa, la società Emmeweb Srl ha voluto creare in Italia un nuovo brand lowcost con il marchio Rubalo.

Abbiamo intervistato l'amministratore delegato di Emmeweb, Giancarlo Montalvo, a lui abbiamo chiesto di darci una panoramica completa di Rubalo.it, dall'idea di creare una nuova realtà lowcost fino all'esperienza maturata all'interno di ConsultingWeb. Troviamo interessante la volontà della società di non procedere nel mercato italiano tramite acquisizioni di altre società più piccole e proporsi con un modello di servizio che si scontra con due grandi gruppi italiani attivi in questa fascia di mercato.

Emmeweb ha cercato di spiegare anche quale sia la sua strategia nella proposta di piani "completi", con la volontà di non offrire alcun servizio come opzionale. Una strategia che si pone in contrato con gran parte del mercato italiano, che per necessità o per scelta pone spesso dei paletti alle risorse e al numero di servizi inclusi in ogni pacchetto. Emmeweb è anche convinta della possibilità per l'attuale settore webhosting italiano di una evoluzione costante, meno scontata per chi oggi entra nel mercato, confermando così una idea che abbiamo da tempo: iniziare oggi nel campo webhosting è difficile e non è possibile farlo senza avere alle spalle una buona esperienza o un parco clienti già attivo.

Il futuro della società è distinto tra lowcost e offerte hosting per grandi clienti, un campo che verrà sviluppato con nuovi brand differenti da Rubalo.it. Tutti i dettagli nel corso dell'intervista con il CEO di Rubalo.it.

Ciao Giancarlo e benvenuto su HostingTalk.it, ci presenti brevemente Rubalo.it e la vostra offerta hosting?

Rubalo.it è attualmente il sito principale della nostra attività tramite il quale proponiamo i nostri servizi di hosting, domini e housing con tutto ciò che può essere offerto in abbinamento a tali prodotti.

Rubalo.it nasce con un’idea simpatica per trasmettere l’idea del prezzo basso, e infondere ciò che nel nostro settore spesso si sente “volevo quel dominio, ma me l’hanno rubato”, così con Rubalo.it, lo rubi tu per primo, e il web è tuo appunto, come recita il nostro slogan. Abbiamo in questi anni di attività (il marchio Rubalo.it nasce nell’aprile 2008) registrato ogni tipo di emozione suscitata dal nostro nome, da chi ci chiama spaventato quasi avesse commesso un crimine acquistando da Rubalo.it un dominio, a chi si dilunga in complimenti per la simpatia trasmessa, a chi ci sceglie solo per il nostro nome. Insomma, un nome molto coraggioso, che comunque ci sta dando ottimi risultati.

La nostra offerta di hosting si basa sullo studio del settore, noi non vogliamo acquistare un cliente proponendo un basso prezzo e poi obbligarlo ad acquistare tutti i servizi che “sembravano” compresi, come aggiuntivi (come antispam, antivirus, mysql e via dicendo). Noi diamo tutto compreso, rendendo l’amministrazione del servizio semplice, chiara ed economica (piu’che economica vorrei proporre il termine “onesta” a dispetto del nome del nostro primo sito).

Parte dei provider italiani non fa così, cerca poi di far spendere sempre piu’i clienti, oppure propone servizi tutto compreso a prezzi tripli rispetto ai nostri, prezzo completamente ingiustificato per un piano hosting, che anche se può essere presentato come ultra super, in sostanza, è identico ai nostri piani, tutti attivi su server di ultima generazione e con uno staff di larga esperienza.


Il tuo background nel mondo hosting ha alle spalle un nome importante come Consultingweb, come arriviamo alla realtà di Rubalo?

Personalmente ho lavorato con Consultingweb srl per vari anni, il finanziatore di Rubalo.it by Emmeweb srl è stato il fondatore di Consultingweb srl (Andrea Margiotta), nonché l’ideatore dei primi piani frazionabili del web nel lontano 2001, ancora quando un dominio internet costava 50.000 lire e un piano hosting da 100 MB costava 980.000 £.

Oggi i tempi son cambiati, Consultingweb srl aveva una struttura troppo datata per poter proseguire al passo con i tempi, così come la maggior parte dei provider nati un decennio fa e dove il personale stesso o le direzioni non hanno la flessibilità necessaria (e la voglia di investire) per una revisione totale della struttura per poter migliorare sempre di piu’.

Così il nostro finanziatore, io come amministratore, e il nostro staff, ha deciso di staccarsi per ricreare qualcosa di piu’veloce, moderno, semplice, meglio amministrato e quindi economico ma comunque di alto livello; in poco piu’di 18 mesi di attività abbiamo raggiunto diverse migliaia di abbonamenti attivi, annoveriamo clienti di rilievo come il Ministero dei trasporti, Tele2, Guardiacostiera, Federfarma e tanti altri. Rubalo.it in realtà è il primo sito, tuttavia in questo settore molti siti seppur tutti diversi, fanno capo a un’unica azienda, a un’unica web farm, nel nostro caso siamo uno dei pochi provider completamente indipendenti che a breve lancerà un secondo marchio dove daremo servizi di alta fascia abbinati a figure dedicate al cliente per consulenza di ogni genere; l’idea è di svilupparci anche verso un bacino di utenza caratterizzato da altissime aspettative.

Rubalo.it, almeno per lo shared hosting, si colloca in una fascia di mercato altamente competitiva, quali sono i vostri obiettivi e come vedete questo segmento del mercato hosting?


Ormai i servizi di shared hosting hanno raggiunto un alto livello per quasi tutti i provider di una certa dimensione e serietà anche se resta vero il fatto che poi la capacità tecnica non è tutto, bisogna anche saper gestire amministrativamente e umanamente quantità elevate di clienti onde evitare problemi che possono poi ripercuotersi sul servzio stesso, ci sono molte migliaia di clienti da amministrare in un’attività come la nostra, nonostante non voglia fare nomi, ci sono realtà molto piu’grandi di noi, ma gestite male, che hanno provocato enormi danni a migliaia di clienti, vuoi per incapacità teniche piuttosto che per malorganizzazione. Nel nostro caso ciò non può avvenire.

La nostra struttura è infatti completamente nuova e amministrata in modo magistrale.
Il nostro interesse non è il guadagno o la speculazione, ma dare un servizio a prezzo piu’che onesto, senza sorprese, ad alte performance mettendo a frutto tutta la nostra esperienza decennale nel settore. Per amore verso l’informatica e lo sviluppo che ha e che avrà. Per questi motivi la nostra società reinveste praticamente l’80% dei proventi nello sviluppo.

In Italia vedo uno sviluppo futuro dettato da ciò che è nel progetto dei piu’grossi, in questo paese non sarebbe cosa nuova vedere grosse aziende di nuovi settori cercare di mettere in piedi una speculazone a tappeto per giungere a una quotazone in borsa utile solo a speculare, per poi magari fare il “colpaccio”, questo produrrebbe una sfiducia verso il nostro settore, un danno ai clienti, e spero sinceramente che lo sviluppo che si avrà in futuro sia dettato esclusivamente non dalle conoscenze ministeriali di pochi ma dalla passione verso quest’attività, ed è per questo che noi miriamo a crescere, così come stiamo facendo, in relazione alle nostre dimensioni, concentrandoci esclusivamente sul nostro lavoro e i nostri clienti, che crescono, piano piano, ma inesorabilmente, e a ciascuno di essi siamo in grado di dare molte attenzioni per renderlo soddisfatto completamente dei nostri servizi.

Oggi quale è il target di Rubalo.it, possiamo dire che è a metà fra un target lowcost e uno professionale?


Rubalo offre dei servizi low cost. Almeno secondo il nostro metro di misura in relazione ad aziende medio grosse di questo mercato.

Ci sono in realtà piccole compagnie che svendono i propri servizi con offerte che chiudono il bilancio in pareggio, se non in perdita, tali compagnie non vengono da me considerate, nè paragonate ai nostri prezzi; spesso accade che target di tali compagnie siano di bassissimo profilo e che mirino a un guadagno nel tempo, promuovendo cioè rinnovi di servizi a prezzi superiori alla media del mercato (magari quintuplicando il prezzo d'acquisto).

Nel nostro caso non è così, il low cost che offriamo è comunque chiaro e bilanciato in modo onesto, ai servizi rispecchiati alla concorrenza. Non ci interessa svendere i servizi, ma offrirli a un prezzo vantaggioso.

Ci sono grossi provider che ti offrono a 20 euro il piano hosting, dopo però devi pagare tot euro per antispam, tot euro per antivirus, 2 euro per estensioni frontpage, e alla fine paghi di piu'della media; questa politica si basa su una semplice osservazione: "chi vuoi che stia a trasferire tutto per 2 euro". Moltiplica i 2 o i 4 euro per 100.000 clienti e ottieni un guadagno non indifferente. Noi invece diamo tutto compreso; pertanto il nostro presso può sembrare low cost ma neanche così low cost, ma lo diventa maggiormente nel tempo, quando il cliente si accorge di aver pagato 22 euro e avere però tutto, senza sorprese. E questa è la nostra politica, evitare le sorprese ai clienti mandando miriadi di email per cercare di vendere servizi aggiuntivi da tot euro l'uno.


L'offerta di spazio illimitato fa pensare ad una idea ben precisa per la gestione dei vostri servizi, quali soluzioni avete adottato? Come è strutturato il servizio e soprattutto quali sono i dati relativi al data center di Emmeweb?

Il concetto di spazio illimitato è stato lanciato da un grosso provider alcuni anni fa, gli è stato concesso dai clienti e da chi regola il mercato e così si è rapidamente diffuso tra tutti i provider per non essere da meno, questo ha comportato una ristrutturazione tecnica dei server e delle strutture per avvicinarsi il piu'possibile al concetto di illimitato, che unita a un calo drastico dei prezzi dell'hardware e dell'aumento delle tecnologie (in questo caso degli spazi disponibili sugli storage) ha consentito di disporre di quantitativi di spazio enormi a prezzi ragionevoli e quindi a includere nelle offerte lo spazio illimitato.

Personalmente sarei piu'per esporre la dicitura "quota illimitata" come effettivamente è per tutti i provider esistenti, non "spazio illimitato". Il concetto di spazio illimitato può essere frainteso, non esiste al mondo nessuno che può dare uno spazio illimitato, sia un terayte, siano un miliardo di terabyte, ma ciò avrà sempre un limite; che è appunto tecnologico, abbiamo provato a indicare piu'chiaramente questo concetto ma non ha funzonato, dovrebbero essere i provider che detengono quote di mercato piu'consistenti della nostra a modificare coscienziosamente la loro offerta indicando in modo piu'chiaro questo concetto di "illimitato", una cattiva abitudine che credo sarà dura a morire perchè è solo una questione di etica di linguaggio e non di reale esigenza, un'osservazione dettata dal nostro perferzionismo.

Per quanto riguarda il datacenter abbiamo l'onore di avere un partner di grande esperienza, lavoriamo infatti da oltre un decennio con KpnQwest italia Spa dove insieme offriamo i servizi presso il datacenter di San Siro di Milano con connessione diretta al mix di Milano in grado di garantire una qualità di linea senza pari; disponiamo di server di ultima generazione, lavoriamo quasi integralmente con Supermicro, azienda leader nel settore della produzione dei server, che si rivelano essere poco piu'costosi rispetto ad altri brand ma di una qualità decisamente superiore, a segno del nostro impegno per offrire servizi di alta qualità nonostante il prezzo di mercato offerto. In relazione allo spazio offerto ai clienti disponiamo di storage per centinaia di terabyte in grado di garantire uno tra i piu'alti livelli di adiacenza tra offerta e servizio erogato.

L'esperienza di ConsultingWeb quale valore ha nella realizzazione di una nuova società come Emmeweb? Il gruppo Aruba ha di fatto acquisito uno dei marchi più storici del mercato italiano, quale è la flessibilità necessaria di cui parla per la creazione di una nuova azienda nel settore hosting?


L'esperienza maturata ci ha permesso di dar vita a una struttura nuova capace di erogare servizi organizzati già nel modo ottimale, ristrutturare infatti una qualsiasi struttura creata in tempi che definirei paleolitici (vista la velocità di sviluppo del nostro settore) è cosa quasi impossibile e che comunque non renderebbe gli stessi risultati raggiunti dalla creazione di un ambiente ex-novo.

Pertanto non facciamo altro che cogliere tutto ciò che di positivo si è pensato, e costruito, e ottimizzarlo ancora di piu', compreso il prezzo, per offrire un servizio di alta qualità in relazione alle esigenze dei clienti che possiamo dire di conoscere ampiamente.

La nostra flessibilità è pressochè totale, la priorità è rendere un cliente contento, ci sforziamo pertanto di non seguire complesse e lunghe procedure burocratiche interne ma di andare dritti al punto, risolvendo l'eventuale problema nel modo migliore e piu'rapidamente possibile.

La nostra politica, a differenza del gruppo Aruba che ha citato, non è di acquistare i piu'piccoli provider in quanto questo comporta una difficoltà di gestione, tecnica e amminstrativa, che si ripercuote poi sul servizio, e quindi sui clienti, cosa che credo lo stesso gruppo in questione abbia constatato; è come essere abituati a scrivere il proprio libro in italiano, e prendere poi un capitolo già scritto in cinese, per poi abbozzare una sorta di traduzione parziale e non immediata per l'integrazione nel primo libro: cosa difficile nel nostro settore, dove il servizio non può subire interruzioni, errori tecnici o comunque imperfezioni.
Pertanto la nostra flessibilità si dimostra in ciò che oggi siamo, e in ciò che continuiamo a costruire, con costanza e impegno ma senza voler assorbire realtà diverse dalla nostra, preferiamo crescere piu'lentamente ma dando maggior attenzione e maggior controllo a ciò che siamo in grado di offrire; in primis per i nostri clienti presenti e futuri.

Quali sono le richieste che ricevete più frequentemente da parte dei vostri clienti? Mi riferisco in particolar modo all'assistenza, e le chiedo anche di fornirci qualche indicazione proprio su come gestite questo aspetto del servizio

Le richieste piu’comuni sono solitamente relative a problemi che il cliente riscontra dopo il trasferimento a noi del proprio sito, cioè l’inconsapevolezza dei tempi di aggiornamento dns (che noi specifichiamo chiaramente in fase d’ordine), si tratta come sempre delle solite poche ore affinché i nuovi puntamenti vengano registrati in rete. Di certo maggiori sono queste richieste e quindi maggiore è il numero di domini che riusciamo a inserire nel nostro portfolio.

Numerose richieste si registrano anche nella necessità dei clienti di attivare piu’accessi ftp e piu’sottodomini, tutti aspetti che diamo sempre compresi nel prezzo del piano standard e che vengono erogati in modo automatico e gestiti da control panel; oltre alle classiche richieste relative allo smarrimento dei dati di accesso al control panel, di come configurare il client di posta e tutte quelle informazioni che chi si affaccia alla gestione di un sito web necessita e che siamo in grado di erogare guidando il cliente alla risoluzione (a volte con una pazienza e una disponibilità che rende la vendita del servizio antieconomica per noi, ma il cliente è poi in grado di apprezzare e toccare con mano i nostri sforzi).

La gestione dell’assistenza viene erogata solitamente via email, 24 ore su 24 per 7 giorni su 7, in orari notturni c’è solitamente una sola persona al customer care/reperibilità in quanto non ci sono ulteriori esigenze, mentre a seconda dei giorni e orari (dalle 7 del mattino alle 24) si alternano a turni piu’persone. Le risposte avvengono in media entro 10 minuti dall’arrivo della segnalazione da parte del cliente.

Attualmente come è composto lo staff tecnico di Rubalo?


Abbiamo due responsabili che si alternano mantenendo sotto controllo lo svolgimento dell’attività tecnica e agendo in prima persona nel caso in cui si verificassero problemi complessi o che richiederebbero attenzioni particolari; disponiamo quindi di una serie di tecnici (suddivisi in ambiente linux e windows) che operano per competenze (per esempio posta, gestione server dedicati, gestione domini e via dicendo) e che collaborano fra di loro in tempi stretti e comunicazione costante.

Nel vostro sito si parla di clienti di un certo livello che hanno scelto i vostri servizi, ci spiega quali sono i servizi erogati a questi ultimi e in che maniera avete raggiunto nomi molto importanti nel nostro paese?


Semplicemente con il prezzo e la qualità del servizio. Abbiamo di recente vinto un bando di gara per la fornitura dell’housing al ministero dei trasporti/guardia costiera e capitanerie di porto strappando questo importante cliente a un grosso gruppo che nonostante le sue dimensioni non ha le capacità gestionali e la flessibilità che siamo in grado di offrire noi, e questi sono nostri punti di forza tangibili da qualunque cliente; gestiamo inoltre i server di help desk di Tele2, un altro nome di rilievo che ha deciso di affidarsi ai nostri servizi è FederFarma (associazione nazionale farmacisti); il privilegio di offrire servizi per questi importanti nomi è dovuto esclusivamente al prezzo migliore e una qualità di servizio eccellente; come può immaginare con simili clienti non sarebbe plausibile un minimo errore perché comporterebbe subito un nuovo bando di gara che ci strapperebbe il cliente.

Tutto ciò significa che godiamo di un livello di affidabilità alto e di competenze in grado di risolvere problemi su strutture di rete complesse come nel caso dei clienti sopra indicati.

Mi parla di un isolamento completo per i vostri piani frazionabili, quale è la tecnologia utilizzata e come gestite eventuali carichi anomali?


Siamo piuttosto gelosi delle tecnologie che utilizziamo perché sviluppate e raggiunte dopo anni di esperienza e di osservazione delle proposte del mercato della sicurezza, in breve posso dirle che utilizziamo bridge di rete basati su unix, trasparenti alla rete pubblica, in grado di analizzare ogni richiesta che perviene alla nostra rete e di smistarla quindi dove risiede la maggior disponibilità di risorse, oltre che di escludere eventuali connessioni fittizie che potrebbero portare un problema generale su uno o piu’server.

Utilizziamo inoltre i piu’comuni strumenti dedicati all’IT, dal bandwidth hardware degli switch ormai sempre piùevoluto al QoS di Cisco, agli stessi strumenti messi a disposizione dai sistemi operativi per il controllo del traffico e sicurezza nel senso piu’ad alto livello del termine informatico.

Quali sono i progetti per il futuro in casa Rubalo? E quale il vostro giudizio sulle possibilità del mercato italiano?

Emmeweb si divide sostanzialmente in due, da una parte di incentiva l’hosting, i domini e l’housing comune tramite il sito rubalo.it e le relative campagne pubblicitarie; investendo in pubblicità, in personale e in architettura; dall’altra parte affina le tecnologie sempre piu’all’avanguardia per poter fornire clienti medio grossi in tutto ciò che riguarda la struttura gestionale, applicativa, e comunque di tutto ciò che è “rete” in queste realtà.

Avendo maturato una professionalità e un’esperienza notevole siamo così in grado di ampliare l’orizzonte del provider e garantire anche soluzioni a esigenze piu’complesse, proprio per questo stiamo per lanciare un secondo marchio dedicato appunto a quest’altra realtà.

Il mercato italiano consente buone possibilità, non piu’come qualche anno fa dove qualunque “smanettane di computer” con poche migliaia di euro era in grado di proporsi come provider internet; oggi è richiesta una professionalità maggiore perché è cresciuta la cultura informatica tra i web master, tra le persone comuni, tra i giovani; per questo per poter investire oggi in questo settore sono richieste somme di denaro piu’ingenti e una professionalità già ben consolidata.

A mio avviso i provider attualmente esistenti possono continuare a operare, per uno nuovo è veramente difficile, sia perché il ritorno dall’investimento tarderà ad arrivare, e sia perché già ora c’è una vasta possibilità di scelta del brand al quale appoggiarsi (anche se in realtà molti brand fanno capo a un’unica azienda anche se questa cosa non è da tutti conosciuta, in questo modo il cliente pensa di avere una scelta anche se non è reale completamente); noi siamo una realtà completamente separata da altri gruppi e a mio avviso c’è un buon mercato, e ci sarà sempre per chi sa veramente compiere il proprio lavoro e offire un servizio di alto livello.