venerdì 10 giugno 2011

Domini .it, maintainer e registrar...

Finalmente il momento è arrivato: dopo mille ritardi e mille proroghe, siamo arrivati alla scadenza ultima per la gestione dei domini .it in modalità "sincrona", ovvero senza bisogno di documenti cartacei (LAR).
I provider che permettono la gestione in modalità sincrona sono detti "registrar" (REG), mentre quelli che permettevamo la gestione in modalità "asincrona" erano detti "maintainer" (MNT).
Quasi tutti gli attuali registrar provengono da una precedente posizione maintainer; il passaggio da una all'altra, pur non essendo complicatissimo, non è neppure banale.
Il maintainer, per diventare registrar, deve sviluppare un software che si interfacci con i server del Registro Italiano rispettando un certo protocollo, deve superare un esame, e deve versare una sorta di "deposito cauzionale" legato al numero di domini gestito.
Un'operazione quindi, come si diceva, non complicata, ma comunque impegnativa e costosa.
Per questo il processo di migrazione da maintainer a registrar è andato avanti lentamente, contraddistinto da ritardi e, ovviamente, proroghe...
Dal 1° maggio il ruolo dei maintainer si dovrebbe esser definitivamente concluso: in teoria, tutti i maintainer superstiti o si stanno adeguando e stanno affrontando la trafila per diventare registrar, oppure i loro contratti vengono cancellati ed i domini da loro gestiti finiscono in modalità "no provider" (con il fastidioso effetto collaterale che un dominio in modalità "no provider" viene oscurato e cessa di funzionare).
Che sia finalmente la volta buona? Speriamo...

Se quindi il vostro dominio è registrato attraverso un REG, potete restare tranquilli.
Se invece è registrato attraverso un maintainer, è il caso che cominciate a preoccuparvi... a meno che il vostro maintainer non regolarizzi velocemente la propria posizione (ma se non l'ha fatto in un anno e mezzo, credete che lo farà proprio adesso?), il vostro dominio .it corre il rischio di scomparire dal web...

Come fare per scoprirlo?

Otterrete un risultato del genere:



Se il whois indica che il vostro dominio è gestito da un REG (come, nell'esempio sopra, NML-REG), allora potete stare tranquilli: il vostro dominio non corre alcun rischio.

Viceversa, se invece è ancora gestito da un -MNT, vi conviene correre ai ripari, trasferendolo quanto prima presso un REG.


Nessun commento:

Posta un commento