domenica 17 luglio 2011

L'insostenibilità dei server del NIC

Il NIC, alias Registro.it, alias "Istituto di Informatica e Telematica del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR)", è l'ente che sovrintende alla registrazione dei domini .it, ed alla cui struttura devono far riferimento tutti i registrar che gestiscano domini .it
Ciò comporta che il NIC metta a disposizione una certa infrastruttura informatica, indispensabile per le operazioni di registrazione, mantenimento e trasferimento dei domini .it. Soprattutto da quando (buoni ultimi in Europa) si è abbandonato l'arcaico fax per la registrazione sincrona in tempo reale, l'efficienza di questo sistema curato dal NIC è fondamentale.

Eppure, così non è...
Basta fare una breve ricerca in rete per rendersi conto che i problemi sono tanti, frequenti, e causa di malumore tra gli operatori del settore:

Whois nic.it (troppo) spesso Down
Rallentamenti Server EPP del Registro .it

Il problema è grave perchè, ogni volta che un utente vuole compiere sul nostro sito un'operazione su un dominio .it, noi dobbiamo collegarci con i server del NIC, interrogarli, verificare se l'operazione (registrazione, trasferimento o altro) è possibile, ed infine compierla...
Senza la "collaborazione" dei server del NiC, qualsiasi operazione è impossibile.
E questi disservizi del NIC, per l'utente che voglia registrare o trasferire un .it, significano intoppi, ritardi, rallentamenti, attese snervanti davanti ad una clessidra sul monitor attendendo dai server del NIC una risposta che tarda ad arrivare...
Gli errori più comuni imputabili a questi continui down dei server del NIC sono i seguenti:
  • chiedete una registrazione di un nuovo dominio (o il trasferimento di un dominio esistente), ed il sistema prima di procedere vi costringe ad un'attesa snervante
  • avete avviato un trasferimento, ma questo impiega più dei cinque giorni canonici
  • chiedete un aggiornamento dei DNS, ed il dominio resta per ore nello stato di "pending update"
  • chiedete il trasferimento di un dominio .it gestito da un maintainer, e per proseguire vi viene chiesto l'authinfo (che NON potete avere)
Per tutti questi problemi la soluzione è sempre la stessa: mettetevi il cuore in pace, aspettate una mezz'oretta, e riprovate... può darsi che nel frattempo qualcuno abbia tirato un calcio ai server del NIC, che abbiano quindi deciso di tornare a fare il proprio dovere.
Purché non capiti di notte o nel weekend: non pretenderete mica che di notte ci o nel week end ci sia qualcuno al NIC per prendere i server a calci, vero?
In maniera un po' isterica, il NIC da una parte smentisce, nega, minimizza; dall'altra continua a promettere prossimi e mirabolanti adeguamenti della propria infrastruttura, che dovrebbero risolvere definitivamente i problemi... ma ciò non è.

Se volete indirizzare le vostre sacrosante lamentele al NIC, potete farlo scrivendo a info@registro.it; vi risponderanno sicuramente che è tutto a posto e che a loro non risulta nulla, ma può darsi che alla fine, sommersi dalle email, decidano magari anche di fare qualcosa per porre fine al problema...